Continuando a navigare su questo sito, accetti l'uso dei cookie per fornirti contenuti e servizi appropriati.
Note legali .
 
 
Sei qui: Home » Notizie dagli Amici »
    Stampa la pagina ...

Notizie dagli Amici -

Wald23 in GuppY 6.00.02


GuppY : the easy and free web portal that requires no database to run


(10/04/2021 00:00)

La Ever Given su Flight Simulator 2020 - da Webmaster il 03/04/2021 00:00 

Anche Microsoft Flight Simulator 2020 si è occupato della Nave che ha bloccato il Canale di Suez

Riprese cinematografiche della nave da carico Ever Given che è rimasta bloccata nel Canale di Suez il 23 marzo 2021. Con l'Airbus H135, il primo mod elicottero per Microsoft Flight Simulator 2020.

(03/04/2021 00:00)

Torna l'ora legale - da Webmaster il 27/03/2021 00:00 

Ora legale, nella notte tra sabato e domenica prossimi dovremo spostare le lancette avanti di un ora.

Infatti oggi sabato sera 27 marzo, alle 2 di notte, le lancette andranno spostate di un’ora avanti.

sveglia.jpg

L'ora legale è la convenzione di spostare avanti di un'ora le lancette degli orologi di uno Stato per sfruttare meglio l'irradiazione del sole durante il periodo estivo, per il risparmio energetico ed un minore consumo di illuminazione elettrica.

Benche da qualche anno si parlali di un’abolizione dell’ora legale, proposta del Parlamento europeo. Quest'ultima ha trovato l’opposizione dell’Italia e della Francia che ha chiesto a Bruxelles di conservare il doppio orario. I Paesi del Nord Europa si erano dichiarati favorevoli a quasto cambiamento, in modo particolare Finlandia e Polonia.

Dal 1998, le date di cambio orario sono state armonizzate all'interno dell'Unione Europea. In tutti i paesi membri, il passaggio all'ora solare avviene l'ultima domenica di ottobre e il passaggio all'ora legale l'ultima domenica di marzo.

(27/03/2021 00:00)

(18/03/2021 00:00)

Si chiudono i Mondiali di sci il Tricolore vola sopra Cortina - da wald23 il 22/02/2021 09:48 

I paracadutisti dell’Esercito si sono lanciati con una bandiera italiana gigantesca sopra Cortina D’Ampezzo per la cerimonia di chiusura dei Mondiali di sci di Cortina 2021, intitolata “From ski to sky”.

(22/02/2021 09:48)

Era il il 22 febbraio 1931 - da wald23 il 22/02/2021 00:00 

Era il il 22 febbraio 1931, nei regi cantieri di Castellamare di Stabia, veniva varata l'Amerigo Vespucci

Compie 90 anni e non si è fermata neppure con il Covid. Tre alberi, 26 vele, lo scafo bianco e nero con fregi in oro, legni e ottoni, il Vespucci è «la nave più bella del mondo». Definizione data dalla portaerei. americana USS Independence incrociata nel 1962 nel Mediterraneo.

(22/02/2021 00:00)

Addio al grande Pablito (Paolo Rossi) Che fece sognare a Spagna '82 - da Webmaster il 10/12/2020 00:00 

Addio a Paolo Rossi che è morto a 64 anni, stroncato da un male incurabile, era nato a Prato il 23 settembre 1956. Indimenticabile al mondiale di Spagna del 1982 dove si laureò campione del mondo con l'Italia di Bearzot, trasformando il sogno impossibile dei tifosi italiani nei sei gol che fecero vincere all’Italia il Mondiale 1982.

Il 1982 fu un anno fortunato per il 26enne Rossi che divenne l'idolo di una nazione intera, ed ebbe il primo figlio Alessandro. Paolo iniziò nel Lanerossi-Vicenza, passò poi al Perugia arrivarndo dopo alla Juventus. Grande centravanti d'area di rigore,  dopo l'esperienza in bianconero passò al Milan ed infine chiuse la sua carriera calcistica nel Verona, insieme a Roberto Baggio e Bobo Vieri detiene il record di gol azzurri ai Mondali con nove marcature.

Il soprannome Pablito arrivò nel 1978 trovato dal giornalista Giorgio Lago, allora inviato per il Gazzettino.

Rossi in maglia bianconera, si aggiudica numerosi trofei come due scudetti, una Coppa Italia, una Coppa delle Coppe, una Supercoppa Uefa ed infine la Coppa dei Campioni 1984-1985.

Paolo Rossi sapeva già di essere malato di tumore ma lo scorso marzo, durante il lockdown, aveva registrato un breve appello contro il coronavirus dicendo "Non muovetevi, state a casa con le vostre famiglie".

Era un uomo semplice, gentile, timido ed umile, schivo dalla notorietà, lascia la moglie Federica Cappelletti, sposata in seconde nozze nel 2010, e tre figli: Sofia Elena, Maria Vittoria e Alessandro. Discreto e riservato non aveva detto a nessuno della sua malattia, solo i famigliari ne erano a conoscenza, era convinto di potercela fare, ma purtroppo così non è stato.

Vogliamo ricordarlo con i seguenti  video che ne raccontano la sua storia:

Il primo della Rai

Quindi un ricordo di Telequattro

(10/12/2020 00:00)

Diego Armando Maradona è morto mercoledì 25 novembre 2020. - da Webmaster il 27/11/2020 00:00 

Era "El Diez" (il 10), numero che portava sulla maglietta, nella nazionale Argentina, El Pibe de oro o Mano de Dios (in spagnolo per Mano di Dio) per una rete segnata di mano, nei quarti di finale del Mondiale 1986, dichiarò «un poco con la cabeza de Maradona y otro poco con la mano de Dios» («un po' con la testa di Maradona ed un altro po' con la mano di Dio»). Nello stesso incontro appena quattro minuti dopo Maradona segnò anche uno dei gol più belli della storia del calcio, scartando cinque avversari.
Un epitaffio è l'omaggio è di Pelé «Spero un giorno, calceremo insieme un pallone in cielo», Diego Armando Maradona non poteva vantare un epitaffio più bello.

Considerato uno dei migliori giocatori della storia del calcio, il fuoriclasse argentino, originario di Villa Fiorito di Lanús, un sobborgo di Buenos Aires, è passato da un'infanzia molto povera al dominio del calcio mondiale. noto anche per i suoi eccessi fuori dal campo. Droghe, alcol ... insomma, una vita piena di eccessi.
Questa volta Maradona è partito per un viaggio da cui non tornerà più.

Ci piace ricordarlo con un brano scritto ed a lui dedicato dal cantautore Franco-Spagnolo Manu Chao "La vida tómbola".

«Ad10s grande Diego»

(27/11/2020 00:00)

Stefano D'Orazio - Il Covid Colpisce ancora - da Webmaster il 09/11/2020 00:00 

Il coronavirus ha mietuto un’altra vittima tra gli artisti, Stefano D’Orazio storico batterista e flauto traverso dei Pooh.

Oggi alle 15.00 nella chiesa degli artisti di piazza del popolo a Roma avverrà il suo funerale, purtroppo limitato a meno di 100 persone, a causa del coronavirus.

Stefano D’Orazio è scomparso venerdi 6 novembre poco dopo le 22. all’eta’ di 72 anni, la notizia è stata data dall’amico Bobo Craxi che ha scritto su Twitter: «Stefano amico mio. Suona e scrivi anche lassù. Ciao!», poco dopo, sulla loro pagina Facebook ufficiale i Pooh, hanno salutato Stefano dicendo «Stefano ci ha lasciato! Due ore fa... era ricoverato da una settimana e per rispetto non ne avevamo mai parlato... oggi pomeriggio, dopo giorni di paura, sembrava che la situazione stesse migliorando... poi, stasera, la terribile notizia. Abbiamo perso un fratello, un compagno di vita, il testimone di tanti momenti importanti, ma soprattutto, tutti noi, abbiamo perso una persona per bene, onesta prima di tutto con se stessa. Preghiamo per lui. Ciao Stefano, nostro amico per sempre... Roby, Red, Dodi, Riccardo»
Una clip di FacebookFTVMI in Omaggio a Stefano, con musica di Roby Facchinetti e parole di Stefano D'Orazio

Rinascero Rinascerai

Rinascero Rinascerai Originale

(09/11/2020 00:00)

Abbiamo perso Due grandi Artisti - da Webmaster il 02/11/2020 06:00 

Questo 2020 ci ha portato via due grandi Artisti, Sean Connery e Gigi Proietti

Sir Thomas Sean Connery il 31 ottobre 2020, si è spento nel sonno a Nassau alle Bahamas, era nato ad Edinburgo in Scozia il 25 agosto del 1930, figlio di Joseph Connery e Euphemia McLean. Sean Connery è stato un attore e produttore cinematografico vincitore di un Premio Oscar, tre Golden Globe e due Premi BAFTA.

Era il 1962 quando Sean Connery fu scelto da Albert Broccoli e Harry Saltzman per interpretare James Bond, l’agente segreto britannico 007 protagonista dei romanzi di Ian Fleming, ruolo che ricoprì in sette pellicole (compresa una fuori serie), che quasi all'unanimità sia la critica che il pubblico riconoscono come il migliore interprete in assoluto del personaggio di 007. Il primo film «Agente 007 – Licenza di uccidere», seguito nel 1963 da «Agente 007 – dalla Russia con amore» , nel 1964 da «Agente 007 – Missione Goldfinger», nel 1965 da «Agente 007 – Thunderball» ed infine nel 1967 da «Agente 007 – Si vive solo due volte». Preoccupato che la sua identificazione solo con il personaggio di 007, Sean Connery decise di abbandonare il ruolo, interpretandolo un’ultima volta nel 1971 «Agente 007 – Una cascata di diamanti».

Altre sue famose interpretazioni sono quella di di Guglielmo da Baskerville, il monaco enigmatico, ma razionale del film «Il nome della rosa» nel 1986, tratto dall’omonimo romanzo scritto da Umberto Eco, il capitano sovietico Marko Ramius in «Caccia a Ottobre Rosso»  ispirato al best seller «La grande fuga dell’Ottobre Rosso» di Tom Clancy ed in «Indiana Jones e l'ultima crociata» Titolo originale «Indiana Jones and the Last Crusade» in cui interpreta il professore di letteratura medievale Sr. Henry Walton Jones padre di Indiana Jones.

A sedici anni si arruola nella Marina Scozzese ed in questo periodo si fa fare i due tatuaggi che ha sul braccio destro, uno con il motto «Scotland forever (Scozia per Sempre)» ed il secondo con la scritta «Mum and Dad (Mamma e Papà)». Congedato per un’ulcera, fa mille mestieri, muratore, bagnino, modello per l’Edimburgh Art College, guardia del corpo, ed è persino lucidatore di bare. Nel 1950 rappresenta la Scozia all’elezione di Mister Universo e arriva terzo nella sezione ’alti'. Nel 1958 viene scelto come ballerino di fila, ha infatti preso lezioni di danza per undici anni dalla ballerina svedese Gert Malmgren, nel musical South Pacific, dopo ha alcune parti in televisione, viene notato dalla 20th Century Fox e comincia a lavorare nel cinema.

Il premio oscar per miglior attore non protagonista gli viene assegnato per interpretazione del poliziotto irlandese Jimmy Malone in «The Untouchables - Gli intoccabili»,  mentre grazie al «Nome della Rosa» vince il Bafta, ma il pubblico lo ricorda anche per numerosi altri film di grande successo e per aver lavorato accanto ai più grandi registi.

Della sua vita privata si sà molto poco, l'attore è sempre stato molto riservato. Innamoratosi delle Bahamas, acquista una villa a Lyford Cay sull’isola di New Providence, circondato su tre lati da Clifton Bay e dall’Oceano Atlantico, dove decide di trascorrere la sua “vecchiaia” insieme alla moglie, godendo della pace e della bellezza dei Caraibi.

Qui sotto una Clip che ricorda un suo film «Caccia a Ottobre Rosso» :

Coincidenze
Tra i sette attori che hanno impersonato James Bond, tre sono deceduti all’età di 90 anni: Sean Connery (1930-2020), Roger Moore (1927-2017) e Barry Nelson, il primo Bond, (1917-2007).

003_separatore.gif

Gigi Proietti, per l'anagrafe Luigi Proietti, era nato a Roma il 2 novembre 1940, in via Giulia nel cuore della città. Si è spento a Roma nelle prime ore del 2 novembre 2020, nel giorno del suo 80° compleanno, a causa di un attacco di cuore. Lascia la compagna Sagitta Alter, svedese ed anche se non si sono mai sposati sono rimasti assieme 58 anni e le due figlie Susanna Proietti e Carlotta Proietti, entrambe inserite professionalmente nel mondo dello spettacolo.

Durante gli anni dell'università, mentre si dedica agli studi in Giurisprudenza, si esibisce con la chitarra nei locali notturni della capitale e, fin dagli esordi, si divide tra il teatro (recitando talvolta anche nelle cantine, poi arriverà al teatro Stabile di Roma e dell'Aquila), il cabaret, il gruppo di avanguardia 101, il cinema e la televisione.

I primi successi arrivano nel 1968 quando sostituisce Domenico Modugno nello spettacolo di Garinei e Giovannini "Alleluia Brava Gente" accanto a Renato Rascel. Da quel momento in poi ha inizio un susseguirsi di spettacoli di successo.

E' stato un attore, comico, cabarettista, doppiatore, conduttore televisivo, regista, cantante, direttore artistico ed insegnante. Ha esordito e si è affermato dapprima nel teatro, poi anche in tv e al cinema. Memorabile la sua interpretazione del Mandrake di Steno. Nel doppiaggio ha prestato la sua voce a Gatto Silvestro, in compagnia di Loretta Goggi che interpretava Tweety, a inoltre doppiato  Richard Burton, Richard Harris, Marlon Brando, Robert de Niro, Dustin Hoffman, Charlton Heaston, Kirk Douglas, Paul Newman e Gregory Peck. Sua è la voce del famoso grido "Adriana!", del primo film "Rocky".

La sua passione ed il successo sono stati principalmente il Teatro, ma negli anni novanta è stato protagonista di svariate serie televisive di successo, principalmente per la RAI, prima delle quali è stata la sua interpretazione nella serie «Il maresciallo Rocca», la serie iniziata nel 1996 e divenuta una delle serie di maggior successo della televisione italiana, E'  stato anche San Filippo Neri nella miniserie «Preferisco il Paradiso», il cardinale Romeo Colombo da Priverno in «L'ultimo papa re», il misterioso generale Nicola Persico ne «Il signore della truffa», e lo stravagante giornalista Bruno Palmieri ne «Una pallottola nel cuore».

La sua ultima interpretazione cinematografica è il personaggio di Mangiafuoco nel Pinocchio di Matteo Garrone nel dicembre 2019. Negli ultimi anni è stato sovente il narratore dei programmi-documentari di Alberto Angela, Ulisse - Il piacere della scoperta e Meraviglie - La penisola dei tesori.

Molto riservato anche lui nella vita privata, amava Roma ed il suo dialetto romanesco.

Qui sotto due clip che lo ricordano:

Addio a Gigi Proietti nel giorno dell'80 compleanno ( Courtesy – Quotidiano.net)

Coronavirus: il messaggio di Gigi Proietti rivolto agli anziani ( Courtesy – Polizia di Stato)

(02/11/2020 06:00)

13/05/2021 13:04