Proseguendo la vostra navigazione su questo sito, accettate l'utilizzo di cookies per offrirti una navigazione ottimizzata, semplici ed efficiente. Avvisi Legali.
Siete qui :   Home » Notizie
 
Anteprima ...  Stampa...  Stampa la pagina ...
Anteprima ...  Stampa...  Stampa la sezione ...

Notizie

+ Anno 2019
 -  Anno 2019
+ Anno 2018
 -  Anno 2018
+ Anno 2017
 -  Anno 2017
+ Anno 2016
 -  Anno 2016
+ Anno 2015
 -  Anno 2015
+ Anno 2014
 -  Anno 2014
+ Anno 2013
 -  Anno 2013

Preferenze


Riconnettersi :
Il tuo nome ( o pseudonimo ) :
La tua password
<O>


Connessi :
( nessuno )
Snif !!!

Effemeridi

Lunedi 18 Novembre 2019
Scorpione
dal 23 Ottobre
al 22 Novembre

Il Santo del giorno è :
  • Dedicazione delle basiliche dei Santi Pietro e Paolo Apostoli

  • Buon anniversario á :
  • Alda
  • Oddone
  • No

  • Anniversario celebritá :
  • Imperatore Vespasiano (Tito Flavio Vespasiano) 17/11/9
  • Mario Soldati 17/11/1906
  • Jeff Buckley (Jeffrey Scott Buckley) 17/11/1966
  • Sophie Marceau 17/11/1966

  • Accaddé Oggi :
  • 18/11/1971 Inaugurazione del primo troncone del RER: Charles-de-Gaulle-Etoile - Auber.



  • Calendario

    Chat8

    Spiacenti, la chat è riservata agli utenti registrati

    Visite

     902127 visitatori

     101 visitatori in linea

    Notizie

    La storia di Vincenzo è di quelle che commuovono, uno di quei racconti di sofferenza, speranza ed immensa umanità.

    Tra i protagonisti ci sono anche i Volontari del Comitato della Croce Rossa Italiana di Susa.

    Volontari che hanno voluto realizzare l’ultimo desiderio di un uomo in stato terminale.

    E' arrivata a 31 anni quella sentenza senza scampo: "Non ci sono speranze". Così, Vincenzo Corda, ricoverato da gennaio nell'ospedale tedesco di Heidelberg, ha saputo da una dottoressa che il ritorno del tumore creduto sconfitto gli sarebbe stato fatale, e la malattia di era in uno stadio ormai troppo grave.

    A quel punto Vincenzo, giovane fabbro emigrato in Germania nel 2012, a espresso il desiderio"Voglio tornare a Palermo". Per Vincenzo a Palermo c’era una piccola speranza di fare la chemioterapia, un lungo viaggio per tentare una cura straordinaria nella sua terra di origine, ma soprattutto voleva rivedere la sua terra la Sicilia.
    Sua moglie Rosanna ed i suoi familiari si sono subito attivati per poterlo accontentare. La ricerca è però difficile, Vincenzo non poteva essere trasportato ne in aereo ne in auto, ad un certo punto la suocera a un idea, "proviamo con la Croce Rossa Italiana". Il trasporto sanitario, si presenta molto delicato per le condizioni critiche del paziente, ma i Volontari del Comitato di Susa (Torino), in modo particolare l'infermiere Fabio Giammetta milite della Croce Rossa, lo organizzano in due giorni, contribuendo ad esaudire e realizzare il desiderio di Vincenzo. Durante quei 2mila chilometri ha parlato con i Volontari che lo assistevano, con loro si è aperto, ha raccontato le sue speranze, i suoi desideri da papà di una bimba di tre anni, che sognava di tornare a Palermo e costruirsi una casa". Appena arrivato in Sicilia a potuto sentire per l’ultima volta l’odore del mare, attraverso il finestrino dell’ambulanza, e mangiare una brioches.

    Così Vincenzo, nel marzo scorso, è potuto tornare a casa, per vederla per l'ultima volta. Purtroppo Vincezo è mancato due settimane dopo essere tornato in Sicilia e al funerale ha partecipato una delegazione della Croce Rossa Italiana.

    Ora i suoi parenti vogliono far conoscere la storia del suo ultimo viaggio, in compagnia dei volontari Cri. "Sono angeli", sottolinea Rosanna.

    I Volontari della Croce Rossa di Susa hanno realizzato un video "L'ultimo viaggio di Vincenzo" che vi proponiamo di seguito:



     
    Siete qui :   Home » Notizie
     
     
    Ricerche
     
    Chiudi