Proseguendo la vostra navigazione su questo sito, accettate l'utilizzo di cookies per offrirti una navigazione ottimizzata, semplici ed efficiente. Avvisi Legali.
Siete qui :   Home » Notizie
 
Anteprima ...  Stampa...  Stampa la pagina ...
Anteprima ...  Stampa...  Stampa la sezione ...

Notizie

+ Anno 2019
 -  Anno 2019
+ Anno 2018
 -  Anno 2018
+ Anno 2017
 -  Anno 2017
+ Anno 2016
 -  Anno 2016
+ Anno 2015
 -  Anno 2015
+ Anno 2014
 -  Anno 2014
+ Anno 2013
 -  Anno 2013

Preferenze


Riconnettersi :
Il tuo nome ( o pseudonimo ) :
La tua password
<O>


Connessi :
( nessuno )
Snif !!!

Effemeridi

Venerdi 20 Settembre 2019
Vergine
dal 24 Agosto
al 22 Settembre

Il Santo del giorno è :
  • San Gennaro Vescovo e martire

  • Buon anniversario á :
  • Eustachio

  • Anniversario celebritá :
  • Papa Benedetto XV (Giacomo della Chiesa) 21/09/1854
  • Edward Evan Evans Pritchard 21/09/1902
  • Bill Murray 21/09/1950

  • Accaddé Oggi :
  • 20/09/1870 Breccia di Porta Pia in Roma - 1870 - Chiuse le case di tolleranza (legge Merlin) - 1958



  • Calendario

    Chat8

    Spiacenti, la chat è riservata agli utenti registrati

    Visite

     600288 visitatori

     141 visitatori in linea

    Notizie

    Caduta Tiangong 1 - il 02/04/2018 08:00 con Webmaster

    Dopo alcuni giorni di apprensione la Stazione Spaziale Tiangong-1 (Palazzo Celeste-1 o Tempio del Cielo 1) è precipitata sulla Terra e distruggendosi alle 2,16 (ora italiana) di oggi 2 aprile 2018 nelle acque dell’oceano Pacifico a nord-ovest dell’isola Thaiti nella Polinesia Francese.

    001.jpg

    002.jpg

    003.jpg

    Il suo lancio era avvenuto il 29 settembre del 2011, aveva ospitato diverse missioni spaziali cinesi, ospitando anche la prima astronauta cinese donna Liu Yang.

    004.jpg

    005.jpg

    Era stata pensata come il primo laboratorio orbitale cinese lanciato nello spazio. La messa in orbita era stata  originariamente pianificata per la fine del 2010, poi successivamente posticipata al 2011. Il laboratorio-test per esperimenti e attracco delle varie navette Shenzhou, questa atazione faceva parte del ben più ampio Programma Tiangong che prevede per la Cina avere nello spazio una stazione orbitante da 20 tonnellate (su modello della Mir) entro il 2022 e in Tiangong un modulo di rifornimento, chiamato Tianzhou. Il corpo principale della navicella, lungo 10,4 metri ed una altezza di circa 3,5 metri, è costituito da due cilindri di lunghezza pressoché uguale, un modulo di servizio ed un modulo sperimentale. Il modulo di servizio più sottile fornisce alimentazione e capacità di controllo dell'orbita per la stazione. Ha due pannelli solari, ciascuno dei quali misura approssimativamente 3 x 7 metri. Il modulo di servizio più corposo comprende una sezione conica frontale chiusa, ed un modulo con una porta di attracco dotato di sistema di tipo APAS per il collegamento tra il laboratorio e le navicelle Shenzhou, una sezione cilindrica e un sezione conica posteriore. Il modulo sperimentale è abitabile gli astronauti potevano vivere e condurre attività di ricerca, disponendo di una quindicina di metri cubi di volume utile. La Tiangon 1 a un peso di poco più di 8,5 tonnellate.

    006.jpg

    007.jpg

    Il lancio, previsto inizialmente per il 17 agosto 2011, è stato poi posticipato al 29 settembre alle 13:16 UTC dal centro spaziale di Jiuquan,il 30 settembre 2011 alle 03:16:03:507 ora universale, a bordo di un razzo Long March 2F/G dal centro di lancio satellitare di Jiuquan, nel deserto dei Gobi, Mongolia continentale, Cina, ha portato la Tiangong 1 nell'orbita terrestre (LEO) e dopo 2 manovre di correzione orbitali, il laboratorio è stato posizionato ad un apogeo di 362 km. Il 10 ottobre Tiangong ha trasmesso a Terra la prima foto scattata dal suo apparecchio fotografico di bordo.

    Il suo obiettivo principale è stato quello di testare e gestire le tecnologie relative all'avvicinamento ed attracco in orbita. È identificabile con il suo codice UN COSPAR ID 2011-053A. La vita operativa della Tiangong 1 era prevista in non più di due anni, ed in questo lasso di tempo, si sono succedute 3 missioni con navicelle Shenzhou (navetta divina) . La prima con lo Shenzhou 8, un veicolo automatico di rifornimento, lanciato senza equipaggio il 1º novembre 2011, servito essenzialmente per testare le capacità di aggancio nello spazio tra le 2 navicelle, rappresentando una prima assoluta nel campo spaziale cinese. In seguito hanno attraccato 2 missioni umane nel 2012 la Shenzhou 9, e l'anno successivo la Shenzhou 10, entrambe abitate con un equipaggio formato da tre astronauti con il compito di effettuare test e vari esperimenti. Il primo equipaggio che ha abitato il laboratorio è rimasto in orbita per 13 giorni, di cui 6 sul laboratorio, ed un anno dopo l'equipaggio della Shenzhou 10 ha abitato il laboratorio per 11 giorni. Dopo quest’ultima, la stazione Tiangong-1 è rimasta deserta anche se gli esperimenti a bordo hanno continuato a funzionare e i dati raccolti hanno permesso di monitorare le condizioni degli oceani e delle aree verdi del pianeta, contribuendo anche a definire le zone più colpite durante l'alluvione della città cinese di Yuyao.

    Missione Data di lancio Data di atterraggio Equipaggio Permanenza sul laboratorio
    Shenzhou 8 31 ottobre 2011 17 novembre 2011 Senza equipaggio
    Shenzhou 9 16 giugno 2012 29 giugno 2012 Jing Haipeng - Liu Wang - Liu Yang 6 giorni e 17 ore
    Shenzhou 10 11 giugno 2013 26 giugno 2013 Nie Haisheng - Zhang Xiaoguang - Wang Yaping 11 giorni e 18 ore

    008.jpg

    A fine marzo 2016,l'Agenzia spaziale cinese ha comunicato di non ricevere più i dati di telemetria del laboratorio dal giorno 21. Perdendo quindi il controllo della Stazione Spaziale il centro di controllo ha però perso ogni possibilità di contatto e di conseguenza di fornire comandi, come l’accensione dei razzi ausiliari. Da quel momento, invece di stazionare nella fascia denominata come “cimitero spaziale”, ha iniziato a perdere quota, fino ad entrare nell’atmosfera terrestre, rischiando di disseminare i vari frammenti sul pianeta. I frammenti più pericolosi erano i circa 3 quintali e mezzo di propellente usato per le manovre (idrazina).

    009.jpg

    003_separatore.gif

    Disclaimer e Copyright

    Questo articolo è il frutto di ricerche fatte in internet, ringrazio tutti coloro che hanno scritto qualche articolo e postato foto, se qualche visitatore ha più notizie mi scriva, sarò ben lieto di integrare l’articolo.

    Alcune delle immagini pubblicate sono tratte dal web, e dunque valutate di pubblico dominio.
    Su tali foto ed immagini il sito non detiene, quindi, alcun diritto d’autore e non è intenzione dell’autore del sito  di appropriarsi indebitamente di immagini di proprietà altrui, pertanto, qualora il loro uso violasse diritti d’autore, il legittimo proprietario può contattarci inviando una e-mail al Webmaster, indicando i vs. dati e le immagini in oggetto, si provvederà così a risolvere rapidamente il problema (ad esempio, con l’inserimento, gratuito e permanente, del nome dell’autore), oppure  rimuovere definitivamente la foto.

    Questo non è un sito professionale ma amatoriale.

    Il Webmaste del presente sito è disponibile a collaborare gratuitamente con altri Webmaster solo ed esclusivamente se vengono rispettate le norme di reciproca correttezza.
    Le collaborazioni da parte di terzi, a titolo gratuito, con invio di materiale (articoli e/o foto) sono gradite, e ritenute preziose, in quanto al sapere non c'è mai fine.

    Senza il permesso del Webmaster, le pagine di questo sito non possono essere riprodotte indiscriminatamente. La Ricerca è una complessa attività che richiede impegno, tempo e sacrificio. In modo particolare indagini bibliografiche e sul campo, viaggi, ecc. Non va quindi ridotta ad un semplice copia/incolla, (magari per riempire spazi di blog o di forum).

    E' fatto divieto di pubblicare in siti esterni i nostri articoli, o parti di essi, da parte di terzi, facendoli passare per inserimenti del Webmaster di questo sito, quando costoro nemmeno ne sono al corrente.

    Grazie in anticipo della collaborazione



     
    Siete qui :   Home » Notizie
     
     
    Ricerche
     
    Chiudi