Proseguendo la vostra navigazione su questo sito, accettate l'utilizzo di cookies per offrirti una navigazione ottimizzata, semplici ed efficiente. Avvisi Legali.
 
 
 
 
    Stampa la pagina ...
    Stampa la sezione ...

Notizie

Arrestato Piromane - il 15/04/2015 00:00 con Webmaster

Sembra sia stato arrestato il piromane autore del rogo di "Rifugio Italia"

e_01.jpg

Oggi rimbalza su numerosi siti la notizia, tutta da verificare, secondo la quale è stato arrestato dal capo delle milizie di Kiev, Trojan Vadim, l'autore del rogo al canile "Rifugio Italia" di Kiev, costato la vita a 76 cani.

Purtroppo la notizia non sembra vera, vi è in corso su di questa persona un indagine criminale, ma nessun arresto.

Sembra quindi confermata così l'origine dolosa del rogo. L'uomo pare abbia affermato che non era sua intenzione uccidere gli animali, sperava che i cani venissero liberati prima che perdessero la vita.
Il contadino sembra Volesse impossessarsi delle terre del canile, e sperava bruciando tutto che il canile venisse abbandonato per poter entrare in possesso dell'appezzamento di terra.

Una grossa ondata mediatica di sdegno, era già avvenuta alla notizia dell'incendio e sembra aumentare alla notizia dell'origine dolosa per il rogo ed alla scoperta del piromane, accompagnata anche da richieste di giustizia sommaria nei confronti della scellerata persona.

La Lega Nazionale per la Difesa del Cane -LNDC- aveva scritto, attraverso il presidente Piera Rosati, all'Ambasciatore Ucraino Perelygin chiedendo aiuto per Andrea Cisternino e la sua opera di salvataggio degli animali, richiedendo un'intervento rapido di giustizia e l'individuazione dei responsabili dell'accaduto.

La solidarietà internazionale e l'interesse dei media pare stia dando i suoi frutti, con l'arresto del piromane dopo che anche molti ukraini erano rimasti colpiti dall'incendio.

Su internet e Facebook si susseguono appelli ed iniziative per aiutare Andrea Cisternino, nella ricostruzione di "Rifugio Italia".